Un giovane di spalle guarda un paesaggio totalmente antropizzato con grattacieli e costruzioni

In Viaggio nell'Italia dell'Antropocene, Telmo Pievani e Mauro Varotto ipotizzano una geografia visionaria del Bel Paese prossimo venturo. Suggerendo però dieci regole per mitigare il nostro impatto sul clima, per cercare di agire sul futuro iniziando dal presente

Grand Tour antropocenico: cartoline da un Bel Paese a bagnomaria

La Pianura Padana allagata, i fiordi marchigiani, la desertica Sicilia: è l’Italia del 2786, immaginata da Telmo Pievani, Mauro Varotto e Francesco Ferrarese in Viaggio nell’Italia dell’Antropocene, edito da Aboca. Una geografia visionaria sulle tracce di Goethe, che provoca il lettore spingendolo ad agire per preservare il Pianeta

Saperenetwork è...

Sara Brunelli
Veneta di origine e milanese d’adozione, dal 2003 scrive di scienza e tecnologia, con particolare interesse per robotica, intelligenza artificiale, impatto del digitale sulla società e sull’ambiente. Dopo la laurea in Matematica e un Master in Comunicazione Scientifica ha collaborato con l’Università di Milano per la mostra “Simmetria, giochi di specchi”, il Museo della Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci”, la rivista di divulgazione scientifica “Newton” e altre testate e siti siti web. Accanto all’attività giornalista è docente presso un ente di formazione professionale, dove insegna matematica e informatica e re-impara a vedere il mondo attraverso gli occhi di ragazze e ragazzi. I loro sogni e le loro aspettative sono ispirazione per costruire ogni giorno un mondo migliore e mettere le parole al servizio di un futuro più sostenibile.

Sapereambiente

Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!


Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione

 Privacy policy


Parliamone ;-)