Dublino vuota nel giorno di San Patrizio

Nella foto un uomo passeggia lungo O'Connell Street, in una Dublino deserta nel giorno di San Patrizio.

Una città deserta. Non si era mai vista una Dublino così. La O’Connell Street il 17 marzo, giorno di San Patrizio, era vuota. Il coronavirus ha costretto a rimanere chiusi in casa anche gli irlandesi nel giorno del loro santo patrono. Il governo, infatti, ha deciso di chiudere i locali anche a Temple Bar, il cuore della movida dublinese.

Quindi niente brindisi, niente drappi o bandiere. Il Covid-19 fa paura anche nel Nord Europa. Gli irlandesi però non si sono arresi del tutto  e hanno deciso di trasferire nelle loro abitazioni le celebrazioni. E l’emittente pubblica Rté  ha diffuso video dall’isola e da tutto il mondo. Oltre all’Irlanda anche Londra ha deciso di annullare gli eventi legati a San Patrizio.

Il sindaco della City, Sadiq Khan, ha annunciato: «Sono incredibilmente dispiaciuto, ma quest’anno l’evento è cancellato perché i performer chiave e molti partecipanti non sono in condizione di venire alla parata a causa della minaccia del coronavirus».

Saperenetwork è...

Michele D'Amico
Michele D'Amico
Sono nato nel 1982 in Molise. Cresciuto con un forte interesse per l’ambiente. Seguo con attenzione i movimenti sociali e la comunicazione politica. Credo che l’indifferenza faccia male almeno quanto la C02. Ho collaborato con La Nuova Ecologia e blog ambientalisti. Attualmente sono anche un insegnante precario di Filosofia e Scienze umane. Leggo libri di ogni genere e soprattutto tante statistiche. Quando ero piccolo mi innamoravo davvero di tutto e continuo a farlo.

Parliamone ;-)