Featured Video Play Icon

Bono Vox, storico frontman degli U2, ha sempre sostenuto chi si è battuto in prima linea contro le ingiustizie e le difficoltà. E nei giorni scorsi il suo pensiero è andato  a tutti i medici italiani che stanno lottando contro il coronavirus. Per loro ha cantato sul  profilo Instagram degli U2 un brano inedito. Voce e piano Bono intona “Let your love be known”, introdotta con un messaggio:

«Per gli italiani che l’hanno ispirata… per gli Irlandesi… per chiunque in questo giorno di San Patrizio è in difficoltà e continua a cantare. Per medici, infermieri, operatori in prima linea».

E  alcuni versi  della canzone descrivono il dramma che l’Europa sta vivendo in questi giorni:

«Sì, c’era silenzio, sì non c’era nessuno qui, sì camminavo per le strade di Dublino e non c’era nessuno vicino. (…) Vivi così lontano, giusto dall’altra parte della piazza e non posso raggiungerti, ma posso suonare, non puoi toccare, ma puoi cantare sui tetti».

Questo omaggio si aggiunge alle numerose iniziative di impegno politico e umanitario che da sempre contraddistinguono Bono Vox, pseudonimo di Paul David Hewson. Ricordiamo  la famosa Sunday bloody  sunday pubblicata nel 1982 con gli U2,  in cui  si descrive la domenica di sangue in Irlanda nel 1972. Ma anche le sue battaglie per l’azzeramento del debito in Africa nel 1999, e  il suo contributo alla nascita dell’organizzazione Data, (Debt, Aids, Trade in Africa).

Saperenetwork è...

Michele D'Amico
Michele D'Amico
Sono nato nel 1982 in Molise. Cresciuto con un forte interesse per l’ambiente.Seguo con attenzione i movimenti sociali e la comunicazione politica. Credo che l’indifferenza faccia male almeno quanto la CO2. Giornalista. Ho collaborato con La Nuova Ecologia e blog ambientalisti. Attualmente sono anche un insegnante precario di Filosofia e Scienze umane. Leggo libri di ogni genere e soprattutto tante statistiche. Quando ero piccolo mi innamoravo davvero di tutto e continuo a farlo.

Parliamone ;-)