Una donna lavora al computer portatile seduta sul letto

Lo studio di Selectra ha calcolato quanto sia aumentato nell’ultimo trimestre dell’anno il costo in bolletta per l’utilizzo di ciascun elettrodomestico in casa

Quant’è cara l’energia. Uno studio di Selectra svela quanto spenderemo

Con l’aumento delle bollette dell’energia, i consumatori rimasti con il Servizio di Maggior Tutela rischiano di subire una stangata nell’ultimo trimestre 2021. Secondo lo studio, per loro il costo dell’uso degli elettrodomestici potrà aumentare di circa 55% rispetto all’anno scorso e del 30% rispetto al trimestre precedente…

Se ne parla sempre più spesso negli ultimi tempi: sale il costo dell’energia, e gli italiani, nell’ultimo trimestre 2021 rischiano di pagare bollette salatissime. In particolare a subire la stangata potrebbero essere coloro che sono rimasti con una tariffa appartenente al Tutelato, stabilita trimestralmente dall’autorità. L’uso di ogni singolo elettrodomestico, a quanto pare, aumenterà: ma di quanto? Quanto costerà asciugarsi i capelli o passare l’aspirapolvere? A fare il punto è Selectra, il servizio gratuito che confronta e attiva le offerte di luce, gas e internet, aiutando privati e aziende a scegliere il loro fornitore di luce, gas, telefonia e internet.

La società, che ha ottenuto a gennaio 2021 la certificazione di Great Place to Work® Italia e ad aprile è stata classificata tra i 10 migliori ambienti di lavoro in Italia, nella categoria 50-149 dipendenti, ha realizzato uno studio per calcolare quanto sia aumentato nell’ultimo trimestre dell’anno il costo in bolletta per l’utilizzo di ciascun elettrodomestico in casa, per una famiglia rimasta nel Mercato Tutelato.

Per questi consumatori, secondo le stime di Selectra il costo dell’uso degli elettrodomestici potrebbe aumentare, complessivamente, di circa il 55% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 30% rispetto al trimestre precedente.

 

Una serie di elettrodomestici con la scritta "Quanto costa in bolletta accendere gli elettrodomestici?"
Secondo le stime di Selectra il costo dell’uso degli elettrodomestici potrebbe aumentare di circa il 55% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

 

Quanto costa riscaldarsi…

A pesare, in particolare, è l’utilizzo di elettrodomestici usati per il riscaldamento, come ad esempio la stufetta elettrica o il climatizzatore, sfruttati nei periodi più freddi per le stanze in cui il termosifone non è presente o nelle ore in cui non è acceso. Questi elettrodomestici infatti, utilizzati per una media di 5 ore al giorno, costeranno dai 27 euro, nel caso del climatizzatore, 10 euro in più circa rispetto all’anno scorso, fino a 67 euro nella bolletta mensile nel caso della stufa elettrica. Ovvero ben 24 euro al mese in più rispetto all’anno scorso. Particolarmente energivoro anche lo scaldabagno elettrico. Prendendo in considerazione un consumo medio per 3 persone, costerà circa 34 euro in bolletta con la tariffa del Mercato Tutelato, 12 euro in più rispetto all’anno scorso e 8 in più rispetto al trimestre precedente.

 

Un'infografica fornita da Selectra con i costi dei vari elettrodomestici
Un’infografica fornita da Selectra con i costi dell’uso dei vari elettrodomestici

Le faccende di casa

In cucina, chi ha il piano cottura elettrico, si ritroverà a spendere circa 27 euro al mese per un utilizzo quotidiano di un’ora e mezza, oltre 9 euro in più rispetto all’anno scorso e 6 euro in più rispetto ai mesi precedenti. Il forno elettrico, invece, utilizzato per un’ora tre volte a settimana, aggiungerà circa 6 euro alla bolletta mensile, 2 euro in più rispetto all’anno scorso.

Per quanto riguarda le faccende di casa, l’utilizzo quotidiano di lavastoviglie e aspirapolvere aggiungeranno oltre 8 euro al mese alla bolletta elettrica, 3 euro in più rispetto all’anno scorso.

Fare la lavatrice, considerando 20 cicli al mese, costerà circa 3 euro (un euro in più rispetto l’anno scorso), mentre il costo dell’utilizzo dell’asciugatrice, per lo stesso numero di cicli, aumenterà di quasi 3 euro al mese, ammontando a 8,5 euro circa. Infine, utilizzare il ferro da stiro due volte a settimana per circa 2 ore aggiungerà oltre 12 euro alla bolletta elettrica mensile negli ultimi 3 mesi del 2021, 4,5 euro in più rispetto al 2020.

 

Una lavatrice
Anche usare elettrodomestici come la lavatrice costerà di più

 

Dalla beauty routine al frigorifero

Attenzione anche alla beauty routine: l’asciugacapelli, per un uso medio di mezz’ora al giorno, pesa oltre 7 euro al mese, un aumento di 2,5 euro rispetto all’anno precedente, 1,6 euro in più rispetto alla fine dell’estate, mentre la piastra per capelli utilizzata ogni 2 giorni aggiunge altri 5 euro in bolletta, quasi 2 euro in più rispetto all’anno scorso e 1,2 euro in più rispetto a settembre.

Tenere acceso un televisore con schermo Led per 3 ore al giorno aggiungerà meno di 3 euro al mese, un rincaro di poco meno di 1 euro rispetto all’anno scorso. Mentre chi lavora da casa dovrà considerare circa 5,5 euro al mese per il PC utilizzato per 8 ore nei giorni lavorativi e il router attivo 24 ore su 24, un aumento di 2 euro al mese rispetto all’anno scorso.

Infine, il frigorifero, elettrodomestico indispensabile e sempre acceso, potrebbe pesare oggi fino a 5 euro nella bolletta mensile, 1,8 euro in più rispetto all’anno scorso e oltre 1 euro in più rispetto a luglio-settembre di quest’anno.

 

Una donna con un asciugacapelli
Persino usare l’asciugacapelli costerà di più: per un uso medio di mezz’ora al giorno, Selectra calcola oltre 7 euro al mese, un aumento di 2,5 euro rispetto all’anno precedente, e 1,6 euro in più rispetto alla fine dell’estate

Come contenere i costi?

Per contenere i costi in bolletta Selectra consiglia di scegliere gli elettrodomestici di una classe energetica alta, fare attenzione ai propri consumi e scegliere un’offerta buona sul Mercato Libero, per chi è rimasto con il Servizio di Maggior Tutela.

Infatti, i consumatori che hanno bloccato il prezzo dell’energia meno di un anno fa con un’offerta a prezzo fisso sul Mercato Libero, non subiranno nessun tipo di rincaro in bolletta rispetto al trimestre precedente.

Per quanto riguarda la variazione rispetto all’anno scorso, chi ha cambiato offerta sul Mercato Libero di recente in quanto scaduti i 12 mesi di prezzo bloccato, ha subito un rincaro in bolletta ma risulta comunque quattro volte minore rispetto al Mercato Tutelato.

 

 

Contenuto a cura di Press Play

Saperenetwork è...

Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Parliamone ;-)