Bufale bestiali, quando realtà e scienza sorprendono più della fantasia

Graziano Ciocca, biologo e divulgatore scientifico, smaschera le “bufale bestiali” che circolano da anni, se non da secoli, sul mondo animale. Lo fa con il suo ultimo libro, edito De Agostini, impreziosito dalle divertenti illustrazioni di Lorenzo De Felici

«Mettere la testa sotto la sabbia»: è un detto molto comune che indica la volontà di nascondersi per non affrontare i problemi. Da sempre crediamo che questo modo di dire sia collegato a un comportamento tipico dello struzzo, documentato già da Plinio il Vecchio nel 77 d.C. nella sua Naturalis Historia. E se invece ci rivelassero che questa è una fake news molto antica? A smascherare questa e altre “bufale bestiali” ci ha pensato Graziano Ciocca, biologo e divulgatore scientifico, con le illustrazioni di Lorenzo De Felici, nel libro pubblicato per De Agostini.

 

Una fotografia di Graziano Ciocca, autore del libro “Bufale bestiali”

Come districarsi nella giungla di leggende metropolitane sugli animali

 Ciocca, già autore di I tori odiano il rosso – 10 false credenze sugli animali (Edizioni Dedalo, 2015), ci guida attraverso il disvelamento di tante delle false notizie che da anni, se non da secoli, circolano sul mondo animale. Questo libro, scritto per i più piccoli e godibilissimo anche per un pubblico più adulto e curioso, non è solo un elenco di miti sfatati dalla scienza, ma anche una piccola guida per scoprire i meccanismi che ci sono dietro le bufale: nelle prime pagine viene spiegato in maniera molto semplice e chiara come nascono queste storie e perché molti di noi sono portati a crederci. In quella che spesso è definita come l’era della disinformazione, fornire gli strumenti per leggere la realtà è necessario, soprattutto per i più giovani, più esposti, e anche più sensibili, alle false credenze.

 

Guarda Perché la scienza oggi? La risposta di Graziano Ciocca

Nel mondo animale la realtà è migliore delle fake news

Tra gatti che non si fanno intimorire dalle bottiglie d’acqua poste sulla soglia delle nostre case, zanzare guidate da scie odorose, elefanti coraggiosi con problemi di dentatura in tarda età e lemming che no, non si suicidano, scoprirete – divertendovi molto – quanto la realtà possa essere meglio della fantasia. Il testo è diviso in sei capitoli, arricchiti dalle spassosissime illustrazioni di Lorenzo De Felici: si parla di odori, paura, veleno, morte, super poteri e favole. Tra una pagina e l’altra, tra lo stupore e molte risate, capirete che le spiegazioni scientifiche sulla reale vita degli animali sono decisamente più sorprendenti delle fake news: «Basterebbe guardare gli esseri viventi per ciò che sono, e non per ciò che vorremmo che fossero, e scopriremmo che siamo circondati da supereroi: organismi che si sono evoluti attraverso migliaia di adattamenti per sopravvivere, riprodursi e trascorrere una vita serena. Molto spesso riusciamo a scovare questi superpoteri animali e a meravigliarcene, altre volte li intuiamo ma… li travisiamo».

 

Guarda la presentazione del libro “Bufale bestiali”

Dietro ogni scienziato c’è un bambino curioso

Nelle conclusioni, Graziano Ciocca apre le porte del suo mestiere ai lettori, illustrando quelli che sono i compiti del biologo, rivelando il segreto di chi intraprende questo cammino: dietro il biologo Graziano c’è il bambino che è stato, il piccolo di tre anni che cercava animaletti sotto i sassi, il ragazzino che infilava insetti e molluschi nelle scatole dei formaggini (quelle trasparenti con i fori per far passare l’aria) per osservarli. È vero: dietro ogni scienziato c’è un bambino curioso che non ha cambiato il suo modo di guardare ed esplorare il mondo, ha solo trovato nella scienza gli strumenti per farlo nel modo migliore possibile. Questo libro, con le sue storie, sarà di ispirazione per piccoli ricercatori e risveglierà negli adulti lo sguardo senza pregiudizi dell’infanzia.

Saperenetwork è...

Alessia Colaianni
Alessia Colaianni
Laureata in Scienza e Tecnologie per la Diagnostica e Conservazione dei Beni Culturali, dottore di ricerca in Geomorfologia e Dinamica Ambientale, è infine approdata sulle rive della comunicazione. Giornalista pubblicista dal 2014, ha raccontato storie di scienza, natura e arte per testate locali e nazionali. Ha collaborato come curatrice dei contenuti del sito della rivista di divulgazione scientifica Sapere e ha fatto parte del team della comunicazione del Festival della Divulgazione di Potenza. Ama gli animali, il disegno naturalistico e le serie tv.

Parliamone ;-)