La Cina e l’Artico


Osservatorio articoLeggi la versione integrale dell'articolo La Cina e l’Artico su Osservatorio artico

 

Pochi Stati costieri, e tanti alla finestra. Volendo, potremmo riassumere così la situazione geopolitica dell’Artico. Il convitato di pietra è certamente la Cina, e per analizzare più in profondità le attitudini di Pechino ci facciamo aiutare da Marco Volpe, analista specializzato sul gigante asiatico.

Il Dragone guarda a Nord

L’artico si scioglie e le opportunità che si schiudono a causa del cambiamento climatico attirano l’attenzione delle grandi potenze. Tuttavia l’interesse che la Cina mostra per l’Artico non può dirsi recentissimo.

Dobbiamo infatti risalire al primo Novecento, quando il governo Beiyang della Repubblica di Cina firmò ciò che allora era definito il Trattato di Spitsbergen, poi evolutosi in Trattato delle Svalbard che sancisce all’articolo 2 il diritto delle parti firmatarie di condurre attività di pesca e di caccia nell’arcipelago delle isole Svalbard (appartenente alla Norvegia), e all’articolo 3 eguali diritti per i Paesi firmatari di condurre attività marittime, industriali e di estrazione.

(…)

Saperenetwork è...

Redazione Sapereambiente
Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Michele D'Amico, Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Osservatorio articoLeggi la versione integrale dell'articolo La Cina e l’Artico su Osservatorio artico