Puglia, fermati i pesticidi. Ma nella lotta al Codiro la priorità restano il caolino e la prevenzione

L’allarme, lanciato due settimane fa, sul ricorso dei pesticidi chimici nella lotta alla Xylella. Poi la marcia indietro della Regione. Vi portiamo nel retroscena della battaglia che le associazioni bio stanno conducendo per applicare soluzioni sostenibili al fenomeno che colpisce gli ulivi. Con l’Associazione per l’agricoltura biodinamica in prima fila nella promozione delle buone pratiche agroecologiche


AgricolturabioLeggi la versione integrale dell'articolo Puglia, fermati i pesticidi. Ma nella lotta al Codiro la priorità restano il caolino e la prevenzione su Agricolturabio

 

Meno di due settimane fa abbiamo denunciato la difficile situazione che si era creata in Puglia con Piano operativo per la Xylella 2021 che prevedeva due trattamenti obbligatori con pesticidi di sintesi che avrebbero di fatto obbligato tante aziende olivicole biologiche e biodinamiche ad uscire dalla certificazione. Oggi registriamo un primo passo indietro dell’amministrazione regionale pugliese che lascia ben sperare in una revisione del Piano in ottica di sostenibilità.

Vi sveliamo i retroscena di una storia tutta italiana che ha convogliato le energie di alcuni pugliesi per cercare di evitare una decisione che avrebbe potuto portare a gravi danni all’ambiente, alla salute e all’economia di questa regione. La scorsa settimana, il 25 marzo, Anna Grazia Maraschio, Assessora all’Ambiente della Regione

 


AgricolturabioLeggi la versione integrale dell'articolo Puglia, fermati i pesticidi. Ma nella lotta al Codiro la priorità restano il caolino e la prevenzione su Agricolturabio

Parliamone ;-)