Max Biglia

Change your cover photo
Max Biglia
Change your cover photo
Tra il dire e il fare, le stagioni non sono più quelle di una volta mentre io, pressappoco, sono quello di qualche momento fa. Una cara persona, e che persona, che classe, che sensibilità, che unicità, che onestà, che simpatico anonimo, che dolce cattivo, che superbo generoso, che insensibile birichino, che bel brutto. Ciò che resta di un uomo stolto con le proprie esternazioni in cui la felicità scorre spedita nelle vie di comunicazione, insomma, uno scrittore scritturato ma che si dedica anche ad una professione per coinvolgimento: l’educatore. Dopo gli studi e alcune esperienze lavorative all’estero ho intrapreso un percorso di circa vent’anni presso l’associazione Anffas di Casale Monferrato, realtà che si occupa di famiglie e ragazzi con disabilità, intrecciando collaborazioni con la Lega del Fili d’oro di Osimo (AN), la Psichiatria di Casale Monferrato e altre realtà territoriali. Nel 2016 avevo il desiderio di dedicarmi ad altro, e un’opportunità mi ha consentito di entrare nel mondo della comunicazione. Il richiamo per il sociale e una nuova piacevole sfida mi ha portato, nel settembre 2019 a “rimettermi in gioco” e a collaborare con Harambée, comunità alloggio socio assistenziale educativa per minori in situazioni di disagio. A volte basta poco, basta una buona idea, un amore che duri davvero e un bagaglio per un viaggio con le ambizioni che si muovono veloci e imprevedibili. E io, con i miei limiti e le mie responsabilità ce la metto tutta per fare la mia parte.
This user account status is Approved