Il poeta e ordinario di Letteratura italiana alla Normale di Pisa, Stefano Carrai

Il poeta e ordinario di Letteratura italiana alla Normale di Pisa, Stefano Carrai

Riceviamo, in vista del “Festival europeo della poesia ambientale” che Sapereambiente organizza insieme a Insula europea, un inedito di Stefano Carrai, lo studioso e poeta che ha vinto, fra l’altro, il premio Viareggio-Rèpaci nel 2017. Sarà proprio lui, ordinario di letteratura italiana presso la Normale di Pisa, a inaugurare l’evento che ci permetterà (in streaming venerdì 22 maggio dalle ore 18.00), di conoscere la produzione di diciotto autori europei che abbiamo convocato intorno al bene comune dell’ecosistema.

Il componimento di Carrai conferma la centralità del paesaggio nella sua produzione, come spiega anche nell’intervista realizzata da Ilaria Dinale. Un’analisi della sua poetica e del legame con i luoghi, con la memoria e con alcuni grandi maestri della poesia italiana del Novecento è su La Balena Bianca.

 


Paesaggio toscano

 

Gru e scavatrici e croste d’asfalto

le cicatrici di cemento armato

sui campi di girasole gitani

e marea grigioverde

cipressi che si scuotono

e muretti diruti e soglie erbose

lo spettrume che filtra

dal cuore sbrindellato delle nuvole

sull’aia

sull’aratro

i marroni

i falcetti

i gioghi arpionati alla muratura

la falciatrice rinata fioriera

ora l’erba ha richiuso

i viottoli

e tu

tagliato fuori

sempre

rinserrarti a difesa

lì dietro lo steccato

dell’orto per schivare

i colpi del nemico

e sparare nel vuoto

tra la vigna e il canneto…

Di quell’umile Italia postfascista

c’è poco da rimpiangere

lo so

ma le vite

le vite abbandonate

nel serraglio

e nessuna

ferita nella terra che giustifichi

quell’immane patire senza storia

schiacciati da un trattore

falcidiate

dal troppo partorire.

 

Vai al programma

Festival europeo di poesia ambientale

Saperenetwork è...

Redazione Sapereambiente
Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Michele D'Amico, Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Parliamone ;-)