Gaza, un campo profughi gestito dall'Unrwa

Gaza, un campo profughi gestito dall'Unrwa (Foto:unrwa.org)

Gaza, tra bombe e ripresa dei finanziamenti all’Unrwa

Mentre continuano drammaticamente i bombardamenti, anche sui campi profughi, oltre 200 camion di aiuti sono entrati a Gaza. Sono i primi da 20 giorni. Nel frattempo, anche l’Italia ha finalmente annunciato che ripristinerà i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi

Nella Striscia di Gaza continuano imperterriti i bombardamenti, e sono oltre 35 i morti, come riporta la Reuters, la maggior parte dei quali donne e bambini a seguito del bombardamento israeliano di un campo profughi nel quartiere di Tel Al Sultan a nordovest di Rafah. Nel frattempo, una piccola buona notizia è che circa 200 camion di aiuti, compresi quattro camion di carburante, sono arrivati a Gaza attraverso il valico di frontiera di Kerem Shalom domenica, come riporta sempre la Reuters, citando la Mezzaluna Rossa egiziana.

I camion entrati sono i primi, da ben 20 giorni.

Nel frattempo l’Italia ha finalmente annunciato che ripristinerà i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) mesi dopo aver sospeso gli aiuti all’agenzia a causa delle accuse israeliane che collegano il personale delle Nazioni Unite all’attacco mortale del 7 ottobre. Accuse che, sin da subito, si sono rivelate prive di prove concrete. Quella di Roma è una decisione che segue quella di diversi donatori occidentali, in primis la Spagna, che hanno ripreso ad aiutare l’Unrwa. Nei mesi scorsi, una revisione indipendente, guidata dall’ex ministra degli Esteri francese Catherine Colonna, ha ribadito che Israele non ha fornito alcuna prova a sostegno delle sue accuse.

Saperenetwork è...

Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Sapereambiente

Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!


Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione

 Privacy policy


Parliamone ;-)