Moscerine Film Festival, largo ai registi under 12

Dal 2 al 5 maggio a Roma la rassegna che propone le opere di giovanissime creative e creativi, in concorso in quattro differenti categorie. Grande attenzione all’inclusione, grazie alla LIS e a strumenti di comunicazione aumentata alternativa

Al Nuovo Cinema Aquila di Roma torna, dal 2 al 5 maggio, il Moscerine Film Festival: la rassegna per registi e registe under 12, giunta alla sua terza edizione presentata ufficialmente in Campidoglio lo scorso 19 aprile. Un’edizione che sarà tradotta interamente nella Lis perché, come ha spiegato la direttrice artistica Nina Baratta

«Per noi è molto importante far arrivare il linguaggio cinematografico a tutte le bambine e i bambini»

A questo scopo sarà anche dato largo spazio alla comunicazione aumentativa alternativa in tutti gli spazi del Festival, per permettere una comprensione immediata dei testi a chi ha diversità cognitive.

 

 

Le giurie

Nella giuria del Festival troviamo personalità del mondo del cinema e della cultura: da Maria Fares, produttrice e presidente della giuria, all’attrice Luciana Littizzetto, da Maria Mussi Bollini vicedirettrice di Rai Kids  al compositore cinematografico Carlo Siliotto. E poi l’attrice Blu Yoshimi, Nicola Olivetti di Amazon Prime Video, l’attrice Liliana Mele, il giornalista Michele Santoro, la giovane attrice Giulietta Rebeggiani.

 

Leggi anche
Quando il cinema arriva negli ospedali pediatrici. Intervista a Rosa Ferro di CineO'

 

Accanto a loro, una giuria di eccezione composta dagli ospiti della Casa di Oz, bambini e famiglie che incontrano la malattia, che decreteranno il loro film vincitore. Come lo scorso anno, inoltre, i film saranno accessibili anche ai giovani pazienti degli ospedali pediatrici in Italia attraverso la piattaforma “Cinema in ospedale”: anche loro potranno votare la loro opera preferita.

Le categorie in gara

A presentare tutte le sezioni de Festival quest’anno saranno i giovanissimi Giacomo Peirce, 10 anni, e Sergio Penna, 12 anni, insieme alla madrina del Moscerine l’attrice Margot Sikabonyi. La categoria “Under 12” è il cuore del Festival con i cortometraggi a tema libero della durata massima di 15 minuti. Quest’anno, oltre ai classici premi ci sarà quello offerto dalla società Tadàn Produzioni che permetterà al vincitore di produrre il proprio cortometraggio e il Premio Zalab che consentirà di distribuire l’opera vincitrice sulla piattaforma online www.zalabview.org. Nella categoria “Focus scuole” saranno proiettati i lavori, di massimo 15 minuti, realizzati dai bambini con professionisti e insegnanti sia all’interno delle scuole che in laboratori didattici, mentre la categoria “A scuola con le Moscerine” sarà dedicata alle classi e ai giovani registi che hanno aderito al percorso di educazione all’immagine dell’associazione culturale. Infine “Young Creator” è la categoria per i video formato cellulare, verticali, con una durata massima di 90 secondi.

Le iniziative fuori concorso

Tante le proposte dedicate ai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado: il 2 e il 3 maggio parteciperanno circa 600 studenti suddivisi in attività come la masterclass sugli effetti speciali realizzata in collaborazione con EffectUs, il laboratorio di cinema di animazione “Giochiamo con l’immagine” realizzato con Moonchausen, il laboratorio di cinema organizzato da SpinOff, il lab “A scuola di cartoni” in collaborazione con Cartoon School. Non mancheranno le proiezioni di opere non in concorso, come ad esempio il film di animazione “Totò Sapore”, con la presenza del regista Maurizio Forastieri e il corto “Ughetto Forno – il partigiano bambino” di Fabio Vasco, presente in sala insieme ai bambini attori protagonisti, o ancora di cortometraggi legati alle realtà partner del festival.

 

 

Sabato 4 maggio sarà la volta delle matinée dedicate ai bambini nella fascia 0-3 anni, in collaborazione con Rai Kids. Nel pomeriggio proseguiranno tutte le proiezioni dei film in concorso mentre il gran finale comincerà dalle 19:00 con lo Yellow Carpet e, a seguire, le premiazioni dei partecipanti. In tutte le giornate del Festival ci sarà la traduzione nella Lingua dei segni, la Lis, grazie ai fondi dell’Otto per mille della Chiesa Valdese e al V Municipio. Il Festival si chiuderà domenica 5 maggio con una giornata di festa. Saranno assegnati i premi dei partner e saranno proiettati in replica tutti i film in concorso per consentire a chi ha partecipato di vedere il proprio lavoro proiettato sul grande schermo.

 

Saperenetwork è...

Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Sapereambiente

Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!


Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione

 Privacy policy


Parliamone ;-)