Secondo i dati Copernicus il 2024 si preannuncia ancora più caldo del 2023 (Foto: Freepik)

Secondo i dati Copernicus il 2024 si preannuncia ancora più caldo del 2023 (Foto: Freepik)

Copernicus: gennaio 2024 è il più caldo di sempre

Il primo mese dell’anno da poco iniziato ha registrato un aumento di 1,66 gradi rispetto alla media preindustriale. Dati allarmanti, che, secondo gli scienziati del servizio di monitoraggio dei cambiamenti climatici dell’UE, dovrebbero ricordarci di rispettare gli accordi di Parigi

Ce lo siamo lasciato alle spalle da poco e adesso scopriamo, grazie agli ultimi dati pubblicati da Copernicus, il servizio di monitoraggio dei cambiamenti climatici dell’Unione europea, che gennaio 2024 è stato il gennaio più caldo mai registrato a livello globale dal 1850. Dunque dopo il record raggiunto dal 2023 come anno più caldo di sempre, anche il nuovo anno si apre all’insegna della crisi climatica, con un aumento delle temperature di 1,66 gradi rispetto al periodo di riferimento preindustriale.

«Il 2024 inizia con un altro mese da record: non solo è il gennaio più caldo mai registrato, ma abbiamo anche appena vissuto un periodo di 12 mesi con oltre 1,5°C in più rispetto al periodo di riferimento preindustriale. Una rapida riduzione delle emissioni di gas serra è l’unico modo per fermare l’aumento delle temperature globali” ha dichiarato Samantha Burgess, vicedirettrice di Copernicus.

Crisi del clima e misure inefficaci

Da giugno scorso a oggi, infatti, gennaio 2024 è l’ottavo mese di fila a essere il più caldo mai registrato rispetto a quelli corrispondenti negli anni precedenti. Una tendenza che mostra la crescente gravità degli effetti della crisi del clima e l’inefficacia delle misure assunte fino a questo momento dai governi per tenerla sotto controllo. Le temperature di questo mese hanno superato di 0,7 gradi la media del periodo compreso tra il 1991 e il 2020, di 1,66 la media del periodo compreso tra il 1850 e il 1900 e di 0,12 il record precedente segnato nel 2020.

Un 2024 ancora più caldo?

La temperatura media globale degli ultimi 12 mesi è stata la più alta mai registrata in assoluto, con 0,64 gradi in più rispetto alla media compresa tra il 1991 e il 2020 e 1,52 gradi sopra la media preindustriale.

Secondo gli esperti il 2024 ha una probabilità su tre di essere ancora più caldo del 2023 e il 99% di probabilità di rientrare nella classifica dei cinque anni più caldi di sempre, fino a questo momento, il primo mese dell’anno sembra confermare queste ipotesi.

L’unica soluzione per interrompere questo trend, evitando che le temperature si stabilizzino al livello di 1,5 gradi sopra la media preindustriale con gravissime conseguenze per il pianeta, sarebbe rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione fissati con gli accordi di Parigi sul clima.

Saperenetwork è...

Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Sapereambiente

Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!


Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione

 Privacy policy


Parliamone ;-)