Angelo Vassallo, il sindaco pescatore

5 settembre 2010, 5 settembre 2020. Angelo Vassallo è con noi

L’assassinio del sindaco di Pollica è ancora avvolto nel silenzio e nell’omertà. Ma la sua vita, più che la sua morte, continua a parlare a tutti noi, raccontando la storia di un uomo semplice e sincero che credeva nella buona politica e nel servizio alla comunità. Lo ricordiamo attraverso le produzioni culturali ispirate alla sua figura

Un’eredità che vive: l’illustrazione di VALERIO VACCHETTA e l’articolo di VALENTINA GENTILE

Il barbaro assassinio di Angelo Vassallo, a dieci anni dalla tragica sera di quel 5 settembre, è ancora avvolto nel buio del silenzio e dell’omertà. Ma la sua vita, più che la sua morte, continua a parlare a tutti noi, raccontando la storia di un uomo semplice e sincero che credeva nella buona politica e nel servizio alla società. A lui è dedicato “Il sindaco pescatore”, un film per la televisione girato nel 2o16 da Maurizio Zaccaro, con Sergio Castellitto, Anna Ferruzzo e Fabrizio Contri, che Rai Uno ha riproposto domenica scorsa conquistando la vetta degli ascolti con il 13% dello share. Un’opera di spiccato valore civile, ispirata all’omonimo libro scritto un anno dopo l’omicidio da Dario Vassallo, il fratello di Angelo, che si può rivedere anche on-demand tramite il sito di Rai Play.

 

Guarda il tv movie “Il sindaco pescatore” su Rai Play

Il sindaco pescatore

 

Lo stesso libro è alla base di una trasposizione teatrale a cura di Edoardo Erba, diretta nel 2015 da Enrico Maria Lamanna e interpretata, sotto forma di monologo, da Ettore Bassi: «Raccontiamo la storia di un eroe normale – si legge nella presentazione – Angelo Vassallo, un uomo che ha sacrificato con la sua vita l’impegno di difendere e migliorare il suo territorio e le sue persone, con la sua opera di uomo semplice onesto e lungimirante attraverso l’inizio della sua carriera politica, i successi straordinari ottenuti nel Cilento nell’ottica del Bene Comune, compresa l’operazione Dieta Mediterranea assurta grazie a lui a Patrimonio dell’Unesco, fino al suo tragico epilogo».

 

 Guarda il monologo di Ettore Bassi nello spettacolo “Il sindaco pescatore”

 

Ma quello che commuove è la dedica, nel 2010, a poco tempo dalla sua morte, del film “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero. Una storia solo apparentemente leggera, che racconta un Sud diverso, fuori dagli stereotipi, con una magistrale interpretazione dei “nordici” Claudio Bisio e Angela Finocchiaro. Un’altra dedica a Vassallo è quella inserita in un brano dal titolo emblematico, “Altritalia”, che i Modena City Ramblers hanno inserito nove anni fa nell’album “Sul tetto del mondo”.

 

Ascolta Altritalia dei Modena City Ramblers

 

 

Infine la produzione editoriale con cinque libri di cui l’ultimo, “La verità negata”, è uscito pochi giorni fa sempre a firma di Dario Vassallo, stavolta insieme al giornalista Vincenzo Iurillo del Fatto Quotidiano che ha seguito il caso dall’inizio. Ve li presentiamo qui sotto con l’auspicio che la lezione di Angelo Vassallo possa giungere alle nuove generazioni, a quanti si battono nelle pubbliche amministrazioni e nella società civile verso un paese centrato sui valori della legalità, dell’impegno per il prossimo e per l’ambiente, della rigenerazione sociale come base di una nuova economia.

Cinque libri per proseguire il lavoro di Angelo

Leggi anche
Angelo Vassallo, il sindaco pescatore. Un'eredità che vive

 

 

Saperenetwork è...

Lilly Cacace
Lilly Cacace
Educatrice ambientale di esperienza venticinquennale, coordina il gruppo Scuola di Legambiente Ischia. Per l’Amp Regno di Nettuno, dal 2016, progetta e coordina “Nettuno va a scuola”, progetto educativo gestito in collaborazione con Legambiente Ischia e con le Scuole delle isole di Ischia e Procida. Autrice di "Alberi: Storie di amicizia tra persone e piante" (Albatros Edizioni Equosolidali, 2005). Ha scritto per Ischia News, Kaire, La Nuova Ecologia, .eco. Dirige l’Associazione "Gli alberi e noi - Isola Verde", per la quale gestisce progetti educativi e di volontariato, fra cui “Un mese per gli Alberi”. Laureata in Filosofia, le sue ricerche riguardano il rapporto fra educazione, cura dell’ambiente e felicità individuale.

Parliamone ;-)