Eliza Macadan, Festival europeo della poesia ambientale
Eliza Macadan vive a Bucarest e scrive in romeno, francese e soprattutto in italiano. Esordisce sulla stampa letteraria nel 1988 e con un suo volume, “Spazio austero” (Romania, Edizioni Plumb), nel 1994. Le sue raccolte di poesia hanno ricevuto vari riconoscimenti in Romania, Francia e Italia (Premio Leon Gabriel Gros 2014 per “Au Nord de la Parole” e “Anestesia delle nevi”, finalista dei premi Camaiore e Fabriano 2015).

Le raccolte italiane sono: “Frammenti di spazio austero” (2001, 2018), “Paradiso riassunto” (2012), “Il cane borghese” (2013), “Anestesia delle nevi” (2015), “Passi passati” (2016), “Pioggia lontano” (Archinto, 2017), “Zamalek, solo andata” (Terra d’Ulivi, 2018) e “Pianti piano” (Passigli Editori, 2019).

 

Leggi l’intervista su Insula europea

Eliza Macadan Festival europeo di poesia ambientale

 

È uscita per l’editrice argentina Espacio Hudson Ediciones la traduzione di “Pianti piano” (Llantos Despacio, 2020) ed è in preparazione presso l’editrice francese La passe du vent la sua raccolta dal titolo “Lettre de Bucarest”. È iscritta nel Ordine dei giornalisti di Lazio, dal 1999, ha vissuto per molti anni a Roma. Ora vive a Bucarest, ma ogni occasione è buona per rivedere e rivivere l’Italia. Nel tempo libero si occupa di traduzioni di poesia. Alcuni suoi inediti sono su Pelagos letteratura.

 

Vai al programma

Festival europeo di poesia ambientale

Saperenetwork è...

Redazione Sapereambiente
Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Michele D'Amico, Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Parliamone ;-)

Instagram did not return a 200.