Featured Video Play Icon

Benvenuti alla Biblioteca della bicicletta di Trevignano romano, una porta per l’altrove

È stata inaugurata oggi la nuova struttura culturale intitolata all’ambientalista e archeologo Lucos Cuozza e dedicata per intero alle due ruote, sul lago di Bracciano. La prima in Europa, con oltre tremila volumi sulla letteratura a pedali. Un progetto dell’associazione Ti con zero

Se le biblioteche sono porte per l’altrove”, come diceva Jeannette Winterson, una biblioteca della bicicletta è l’altrove geografico, scientifico, agonistico, storico, esistenziale, filosofico. E se le biblioteche sono “granai pubblici  ammassare riserve contro l’inverno dello spirito”, per riprendere Marguerite Youcenar, una biblioteca della bicicletta è una riserva per la primavera della curiosità, del viaggio, della conoscenza, dell’esplorazione, della scoperta.

 

 

E allora ecco, da domenica 11 aprile (dalle 12 alle 15, ingresso libero), nella sua nuova sede la Biblioteca della bicicletta a Trevignano Romano (Rm), presso il Centro parrocchiale, come sede e base di partenza, sul lago di Bracciano come respiro e come luogo di influenza, nel Lazio come orizzonte ma non come traguardo finale. Una biblioteca della bicicletta, ma anche del camminare, della natura, dell’ambiente, del vivere in modo sostenibile.

 

Una biblioteca della bicicletta per presidiare il Parco di Bracciano-Martignano e valorizzare il territorio della Tuscia, per collegarsi alla pista ciclabile locale e sostenere quella circumlacuale, per stringere alleanze con il centro anziani e complicità con le scuole elementari e medie, per proporre laboratori con operatori ed educatori e organizzare incontri con autori e artisti, per unirsi alle altre associazioni culturali e sportive.

E ancora, per partecipare alle manifestazioni popolari e cittadine, per diventare punto di riferimento per studiosi e viandanti e punto di passaggio per cicloturisti e ciclopellegrini anche lungo la Via Francigena. Per essere un centro di gravità permanente e itinerante, cartaceo e digitale, leggero e ventoso, allegro e pensoso.

 

La Biblioteca della bicicletta è intitolata a Lucos Cozza, archeologo e ambientalista, a cent'anni della nascita
La Biblioteca della bicicletta è intitolata a Lucos Cozza, archeologo e ambientalista, a cent’anni della nascita

 

Tremila volumi fra biografie e manuali, guide e saggi, romanzi e poesie, storie e fiabe, e inoltre riviste e dvd. La Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza è la prima in Italia e anche in Europa specializzata nella letteratura a pedali. Nata nel 2013 su iniziativa di Fernanda Pessolano, è dedicata a Lucos Cozza, archeologo e ambientalista, di cui proprio l’11 aprile ricorre il centenario della nascita. Per approfondire i suoi studi e allungare le sue osservazioni, combattere le sue battaglie e soddisfare le sue curiosità, Cozza amava girare in bicicletta.

 

Leggi anche
Pedala con me

 

In questi anni la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza ha partecipato a festival e rassegne, laboratori e incontri, mostre e pedalate. E’ andata in scuole e biblioteche, al Giro d’Italia e anche al Giro d’Italia Under 23, alle ciclostoriche e ai cicloraduni. La Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza è di proprietà dell’associazione Ti con Zero, che ne cura le attività culturali perseguendo i valori della mobilità sostenibile, di cultura dello sport e dell’educazione ambientale.

 

 


Dove si trova

Biblioteca della bicicletta
Centro Parrocchiale Santa Maria Assunta
Via Giuseppe Garibaldi 127,
Trevignano Romano (Roma)
Orari di apertura: mercoledì dalle 10 alle 18, sabato dalle 10 alle 13
Telefono: 3498728813
www.bibliotecadellabicicletta.it
www.associazioneticonzero.it

 

 

Saperenetwork è...

Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Parliamone ;-)