Il 15 marzo ricorrono i 10 anni dall'inizio della crisi umanitaria in Siria. L'Unhcr lancia una petizione per raccogliere fondi a sostegno dei rifugiati e degli sfollati (Foto: Ritzau Scanpix)

Siria, dieci anni di guerra e silenzio. L’appello dell’Unhcr

Oltre cinque milioni di rifugiati in oltre 130 paesi del mondo, di cui oltre un milione sono bambini sotto i dieci anni. Il 70% di loro vive in condizioni di totale povertà. A dieci anni dall’inizio della crisi siriana, l’appello dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati

 

Sono già passati 10 anni dall’inizio della crisi umanitaria in Siria, un’emergenza che ha messo in ginocchio la popolazione e che oggi si è ulteriormente aggravata a causa della pandemia di Covid-19. La situazione odierna è più che drammatica: 5.5 milioni di siriani sono rifugiati in oltre 130 paesi del mondo; il 70% di loro vive in condizioni di totale povertà, 1.6 milioni sono bambini minori di 10 anni, un’intera generazione segnata che, oltre a soffrire la fame e il freddo, si vede spesso negato anche il diritto all’istruzione.
In Siria sono 6.7 milioni gli sfollati interni e 12.4 milioni di persone soffrono la mancanza di cibo, il 60% dell’intera popolazione. Quasi 9 siriani su 10 vivono sotto la soglia di povertà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da UNHCR Italia (@unhcr_italia)

Una crisi “silenziata”

Un dramma dimenticato, o nella “migliore” delle ipotesi tirato fuori a intervalli regolari e con toni compassionevoli dalla comunità internazionale. Che ben poco ha fatto, come ricorda Filippo Grandi,  Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati: «La comunità internazionale ha deluso i siriani. Ho il cuore pesante nei giorni di questa tragica ricorrenza. Essa costituisce per i leader mondiali un monito severo e un forte richiamo del fatto che questo decennio di morti, distruzioni e migrazioni forzate si è compiuto sotto i loro occhi».

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da UNHCR, the UN Refugee Agency (@refugees)

 

Raccogliere fondi, per non dimenticare

L’Unhcr ribadisce la necessità di non dimenticare questa drammatica emergenza e rilancia l’urgenza di raccogliere fondi per i suoi interventi a sostegno dei rifugiati e degli sfollati siriani. Nel 2020, l’Unhcr ha sostenuto quasi 800.000 rifugiati siriani in più attraverso l’assistenza economica diretta, per far fronte ai loro bisogni essenziali. Ma serve un’azione urgente e decisiva, perché solo il 53% dei bisogni sono stati soddisfatti:
«La gravità di questa crisi non deve indebolire la nostra solidarietà verso i siriani. Al contrario, dobbiamo raddoppiare gli sforzi collettivi per sostenere sia i rifugiati che le comunità che li ospitano», aggiunge Grandi.
Per ulteriori informazioni e per donare: https://dona.unhcr.it/campagna/siria-10-anni/?cmp=21_OB_03_09

Saperenetwork è...

Redazione Sapereambiente
Redazione
Sapereambiente è una rivista d'informazione culturale per la sostenibilità. Direttore responsabile: Marco Fratoddi. In redazione: Valentina Gentile (caporedattrice), Michele D'Amico, Sarah De Marchi, Roberta Sapio, Adriana Spera. È edita da Saperenetwork, società del gruppo Hub48 di Alba (Cn). Stay tuned 😉

Parliamone ;-)