Featured Video Play Icon

Giorgio Celli, 10 anni dopo. Gli ex-allievi lo ricordano con un live

Il grande entomologo, docente e comunicatore nel racconto della sua equipe. Attraverso un libro collettivo, “Come rami della grande quercia”, presentato durante l’evento. Conduce Eva Benelli, con Vittorio Emiliani, Federico Fazzuoli, Davide Celli, Paola Marani e i curatori del volume

LEGGI IL NOSTRO DOSSIER con gli interventi di Anna Stella Dolcetti, Micaela Ovale, Mafalda Restelli, Elisa Rossi e Francesca Signoria, a cura di Rosy Battaglia

L’11 giugno 2021 segna il decennale della scomparsa del professor Giorgio Celli e i suoi ex-allievi lo ricordano dedicandogli un libro dal titolo “Come rami della grande quercia”, in riferimento alla sua figura e simbolicamente al grande albero che ancora svetta nel giardino dell’ex Istituto di Entomologia in via Filippo Re a Bologna, dove la storia ha avuto inizio.

 

Giorgio Celli
Giorgio Celli è morto a Bologna l’11 giugno del 2011 all’età di 76 anni

Molti dei componenti del suo gruppo di ricerca impegnato sui temi dell’ecologia del campo coltivato, della salvaguardia delle api, della lotta biologica ai fitofagi e alle zanzare, hanno voluto ricordare le origini e l’evoluzione nel tempo dell’équipe che Celli costituì all’inizio del 1980.

La serie di racconti contenuti nel libro svela “dal di dentro” l’esperienza scientifica ed esistenziale dell’incontro con Celli da parte dei suoi allievi e di quello che ne è conseguito a livello di lavoro, di sviluppo di idee e della loro applicazione. Un incontro che a distanza di tempo appare come accadimento unico e irripetibile, certamente la creatura di un professore un po’ fuori dagli schemi universitari, che non parlava solo di lotta biologica, della salvaguardia ambientale, dei danni causati dai pesticidi o di api e di altri organismi utili. Parlava anche di teatro, di letteratura, di Darwin, di arte preistorica, di religioni, dell’importanza della scienza ma anche del rispetto dei saperi e delle conoscenze umane. Fermamente convinto che i soli aspetti tecnico-scientifici finiscono per essere sterili se non supportati da una visione culturale più ampia.

Giorgio Celli merita un ricordo particolare per quello che ha saputo dare, un lascito da trasmettere alle nuove generazioni.

La presentazione del libro sarà condotta da Eva Benelli e trasmessa in diretta venerdì 11 giugno dalle 16:00 alle 17:30 su www.saperambiente.it e su www.scuoladiecologia.it con la partecipazione di Vittorio Emiliani, Federico Fazzuoli, Davide Celli, Paola Marani e i curatori del libro.

Parliamone ;-)